Un libro, una ricetta/3: PANE SENZA IMPASTO e la focaccia dolce

Un libro, una ricetta/3: PANE SENZA IMPASTO e la focaccia dolce

Della geniale ricetta del pane senza impasto di Jim Lahey ne parlammo a suo tempo. Nel frattempo io ho sperimentato varie ricette dal suo libro (pizze, focacce, …) e devo dire sempre con grandi soddisfazioni.
Visto però che per me la colazione è soprattutto dolce, ho deciso di realizzare la sua focaccia dolce (ça-va-sans-dire senza impasto) con frutta secca… e ancora una volta un ottimo risultato: perfetta alveolatura, interno morbido, esterno croccante e in più la frutta secca e disidratata gli conferisce un profumo che ricorda tanto il Panettone (con cui io farei colazione tutto l’anno 😉 ).

FOCACCIA_DOLCE_SENZA_IMPASTO1
Direi che la ricetta è ottima anche per riciclare la frutta secca che avremo in casa dopo le festività natalizie; mangiatela soprattutto a colazione: la frutta disidratata di cui questa focaccia dolce è ricca ha un alto contenuto di fibre e contiene ‘minerali come manganese, calcio, potassio, ferro e vitamine A, B1, B2, PP, C, ed ha un basso indice glicemico, importante per la prevenzioni di vari aspetti dei disturbi metabolici.’

FOCACCIA_DOLCE_SENZA_IMPASTO2
ingredienti

frutta disidratata a pezzettini (fichi, albicocche, prugne, uva sultanina, datteri, …) 240g
vino bianco (o Marsala) ½ bicchiere
farina 0 o Manitoba 400 g
zucchero semolato 75 g
sale ½ cucchiaino
lievito fresco in cubetti 10 g
acqua (t° ambiente) 180 g
uova medio-grandi 2
miele 1 cucchiaio
burro (a t° ambiente) 57 g
confettura di albicocche (o arance) 150 g
lamelle di mandorle 150 g

preparazione
Mettere la frutta disidratata in una scodella, versarci sopra il vino bianco fatto scaldare e lasciare riposare per ½ h. Sciogliere il lievito con lo zucchero e aggiungervi l’acqua, la farina, le uova, il miele, la frutta disidratata (strizzata), il burro morbido e il sale, mischiare grossolanamente con un cucchiaio grande e lasciare a lievitare a t° ambiente per 8 ore.
Versare l’impasto in una teglia rotonda (diametro: 24 cm) oppure rettangolare (20×30 cm) imburrata o con carta forno, stenderlo bagnandovi leggermente le mani, coprire con un velo di confettura e spargervi sopra le mandorle a lamelle e far lievitare ancora per due ore coperto.
Far cuocere nella parte bassa del forno per 30/35 minuti a 200/220°: è pronta quando la superficie esterna risulta bella dorata.
FOCACCIA_DOLCE_SENZA_IMPASTO3

Giorgio Pugnetti Circa Giorgio Pugnetti

Abito in provincia ma non riesco a stare più di due giorni lontano da Torino dove mi travesto da Monsu Barachin per provare e fotografare nuove pause pranzo.

Adoro viaggiare ma ancora di più le guide di viaggio: vorrei andare almeno una volta all'anno in Giappone, Londra, Napoli, NYC e in Sicilia ma mi accontento anche solo una di queste mete.

Complice mia moglie, amo fare la spesa saccheggiando mercati, supermercati e negozietti; l'importante è arrivare a casa sempre con qualcosa (di alimentare e a km 0) appena acquistato.

Commenti

  1. Lina dice:

    Ho comperato la focaccia dolce in una pasticceria a Luserna S. Giovanni (TO) e per la colazione e perfetta (quella con pere mele e albicocche) volevo appunto trovarne la ricetta per farla in casa …… La provo e poi ti relazionerò per il momento ti ringrazio.

Parla alla tua mente

*