A colazione senza caffè

Colazione 2

A colazione senza caffè

Il titolo sembra un po’ “a letto senza cena”.
Beh, per me fare colazione senza caffè è un po’ come una punizione comunitaria. Fa male a me, ma conoscendomi anche agli altri!
Leggendo uno dei miei magazine preferiti mi sono imbattuta in un articolo interessante quanto provocatorio, almeno per quello che mi riguarda.

“A colazione un pieno di energia SENZA CAFFE'”. Così titolava il pezzo. Capirai, non ho esitato un istante per capire dove volesse andare a parare.

Le indicazione che riporterò sono molto giuste, soprattutto per chi non può assumere caffeina o per chi non può abusarne.

Caffettiera Key
Io che sono una coffee addicted (la foto parla chiaro!) non pensavo proprio che la parola energia si potesse abbinare a colazione, senza menzionare il caffè. Invece mi sbagliavo, si può fare.

Secondo l’esperta interpellata dal magazine, tal Carla Lertola, Specialista in Scienze dell’Alimentazione, “la sensazione di forza e voglia di fare non ci arriva dall’effetto eccitante della caffeina, ma dagli zuccheri semplici che sono una fonte di energia pronta all’uso“.
Vediamo come, con una sana ironia.

Svegliati con i mirtilli, possono rallentare addirittura la perdita di memoria.
Un parfait che ti dà la carica con lo yogurt greco, fonte di proteine e un toccasana per la flora batterica.
Hai mai pensato di fare colazione con la bruschetta? Una  bella fetta di pane integrale con pomodorini, un filo di olio extravergine e, a chi piace, un pochino di parmigiano. Il tutto abbinato a yogurt magro. Così stai apposto fino a pranzo. Magari gli affettati sono un po’ più comuni, tra i pasti mattutini.

Salata
Adesso vanno un sacco di moda, gli smoothie (un frullato cremoso). L‘ingrediente chiave per la prima colazione è l’alga spirulina: è ricca di clorofilla che purifica il sangue e il fegato dalle tossine. In questo modo, mandi via la stanchezza per dare spazio alla vitalità!

Provate questa colazione coffee free e fateci sapere!
Ps. Il mio compagno ci sta provando da qualche giorno, dice che funziona! Mah..

Come sconfiggere la noia della (solita) Torta allo yogurt

preview_TORTA_YOGURT

Penso che la maggioranza delle persone abbia preparato e cotto nel proprio forno la torta allo yogurt, quella con le misure a vasetti, per intenderci; se non altro per consumare uno yogurt sulla via della scadenza o già scaduto (esperienza personale periodica).

TORTA_YOGURT
Va bene la semplicità di preparazione, la leggerezza e la sofficità che si mantiene a lungo, però che noia sempre la stessa torta 🙁
Complici i nuovi gusti di yogurt in commercio che propongono golosi abbinamenti ho deciso di replicare il gusto dello yogurt negli ingredienti della torta, che diventa quindi pere e cioccolato in scaglie, amarene e cioccolato fondente, pesche e mandorle, …

Ovviamente lo yogurt base può essere anche bianco e decidere voi di giocare sugli ingredienti con l’unica accortezza di mantenere le proporzioni corrette: nel caso ad esempio dell’aggiunta di cacao, sostituire parte della farina con la stessa quantità di cacao, per una versione greca si può utilizzare yogurt greco e sostituire ad esempio uno dei vasetti di zucchero con uno di miele e aggiungere noci a pezzi (e cannella).
Io personalmente ho realizzato tre variazioni sul tema: pere e cioccolato, mandorle (in lamelle) e pesche (sciroppate), cioccolato e ciliegie sciroppate.
Fatemi sapere se sperimentate qualche accostamento particolarmente goloso: lo replicherò e condividerò volentieri 😉

TORTA_YOGURT2
ingredienti

1 vasetto di yogurt (125ml)
2 vasetti di zucchero semolato
3 vasetti di farina 00 (ma anche 2 di 00 e 1 di fecola/1 di 00 e 2 ai cereali/2 di 00 e 1 di integrale)
3 uova medie
2/3 di vasetto di olio di mais/girasole (ma anche extra-vergine di oliva se vi piace il suo gusto deciso nei dolci)
1 bustina di lievito chimico in polvere (15 g)
vanillina/buccia grattugiata di limone/estratto naturale di vaniglia

preparazione
Amalgamare lo yogurt con lo zucchero, le uova, l’olio e vanillina/buccia di limone, successivamente farina setacciata con il lievito, amalgamare sino ad ottenere un composto omogeneo (aggiungere a qs punto eventuali gocce di cioccolato, ciliegie sciroppate, pesche fresche o sciroppate, noci, mandorle, …) e far cuocere in forno statico a 180° per 45 minuti.
TORTA_YOGURT3