Colazione a colori con Stayhome e Negozio Leggero

colazioni a colori ok

Un invito a colazione da Stayhome: nulla di più desiderato e sognato.

Ciò che sto per descrivere piacerà a chi si alza dal letto solo per nutrirsi, anzi, a chi considera la colazione un rito irrinunciabile.

home

Ma non solo. Anche a chi cammina per la città con naso all’insù a scrutare gli edifici e i palazzi, a studiare quartieri per assaporarne le atmosfere. A chi immagina cosa c’è aldilà di tende drappeggiate o di finestre illuminate. A chi adora stare a casa, farne un luogo confortevole e coccoloso per prendersi cura di sé.

A tutti voi, benvenuti a STAYHOME – il piacere di stare a casa, un’idea fantastica a cui ho avuto la fortuna di partecipare il 28 settembre.

STAY HOME è un progetto che riunisce il meglio di due aspetti: esco o sto a casa? In città spesso si è incuriositi dagli stimoli del mondo, ma nello stesso tempo desiderosi di rilassarsi tra le pareti domestiche, lontano dalla pazza folla.
Insieme a Negozio Leggero e Locanda Leggera, STAY HOME ha inaugurato la stagione autunnale giovedì
28 settembre, con questo lungo, bellissimo appuntamento. Dal mattino alla sera, colazione, pranzo, merenda e cena, con la possibilità di scegliere comodamente la fascia oraria preferita (io ho scelto la colazione) per seguire un tema in modo conviviale e portarsi a casa consigli e nuovi punti di vista.
Accogliere, preparare, ricevere… tutto per riscoprire il piacere di stare a casa, di viverne i luoghi, di trasformare
le mura della nostra quotidianità in un ‘teatro’ di conoscenza e di incontro.

home due

Così, comodamente seduta in una bellissima casa torinesi (tra l’altro non si sa l’indirizzo fino al giorno prima..cosa sempre un po’ stuzzicante) mi sono goduta la mia colazione.

Ad ognuno degli appuntamenti c’è qualcuno che ti spiega come si preparano i piatti e le bevande consumati insieme, che ti illustra le proprietà e gli effetti benefici che hanno sul nostro organismo e sul nostro umore!

acaj1

Il mio benessere psico-fisico è dipeso dal fatto che mi trovavo in un bellissimo ambiente, al riparo dal traffico, dal rumore e dal brusio di fondo della città. Sono stata lì ad ascoltare come prendermi cura di me ed ammirare il cibo e gli ingredienti puri, naturali e dai colori splendenti. Intanto ero piacevolmente attratta dalle poltrone del salotto, dalla fantastica collezione di zuppiere della cucina, da una scala leggera che si perdeva tra libri e opere d’arte, e che mi ha poi accompagnato a scoprire un terrazzo segreto in mezzo ai tetti, nascosto da occhi indiscreti.
Un’ esperienza speciale, incantevole, che a metà settimana mi ha aiutato a iniziare la giornata con un sottile senso di leggerezza e di piacevole spaesamento.

Filo conduttore di questa giornata è stato il colore. Per me quindi giallo caldo curcuma del golden milk, ma anche il giallo limone; il rosso intenso della polvere di acai, il verde scuro dell’alga spirulina.

porridge

Il calore e il colore di questi alimenti mi hanno riscaldato il cuore e hanno dato al mio risveglio una sferzata di energia. Così come osservare i gesti della preparazione delle bevande e del porridge tiepido che si scaldava lentamente sul fuoco mi hanno messo voglia di coccole autunnali.

Insomma,  direi che l’atmosfera di questi momenti è stata preziosa per veicolare il messaggio dell’intera iniziativa: le mura domestiche come luogo privilegiato per rilassarsi. Ma anche la bellezza di scoprire dimore e luoghi belli e segreti della città. Essere un ospite speciale soddisfare la tua fame di cose belle!

Per saperne di più:

WELCOME HOME

NEGOZIO LEGGERO e LOCANDA LEGGERA

MAID FOR A DAY

www.negozioleggero.it | www.locandaleggera.it | www.fashionandthecity.it | www.welcomehome.travel

golden milk

Una colazione leggera e sostenibile a Torino a due passi dal Po

Uova e pane tostato con succo di mela

 

 

Una colazione leggera e sostenibile a Torino, a due passi dal Po. Cosa significa? Pariamo dalla tazza  in cui sto per bere uno squisito cappuccino di riso: c’è scritto “leggero come un sospiro”. Ed è proprio ciò di cui avevo bisogno quella mattina, una frase che suonasse come un buongiorno.

Alla “Locanda Leggera” tutto è come una nuvola.

Lieve piacevole, a partire dai colori e dalla grafica: un bel blu cielo e un arancio caldo. Il locale è luminoso con una grande vetrata che da su via Napione a due passi dal Po.
Mi attrae subito il bancone: dietro il vetro tantissime bontà, tutte descritte minuziosamente su cartellini arancioni. Ci sono tanti tipi di brioches e croissants, biscotti e muffins, brownies e crostatine. Ma la cosa più bella, alzando lo sguardo è curiosare e perdersi tra i contenitori di vetro tutti uguali che contengono spezie, tisane, frutta secca…tutto sfuso.

 

Il bancone della Locanda Leggera

Il bancone della Locanda Leggera

 

La filosofia del locale è proprio questa: tutto è rigorosamente non confezionato, dal cibo alle bevande, dall’acqua in bottiglia presente su ogni tavolo nella deliziosa bottiglia di vetro. “Noi crediamo nell’acqua pubblica” – recita una scritta sul bel menù – e se ti va puoi averla microfiltrata, naturale o gassata.

Scegliere la colazione non è stato facile, è ricca e originale. Si può per esempio optare per un uovo strapazzato che viene servito con due fette di pane grigliato (al costo di due euro). Ma ci sono anche i pancakes, o il bicchierino di seirass (una ricotta di montagna che può essere abbinata al miele, per esempio).

La caffetteria contempla latti alternativi, ma offre anche la classica e confortevole “scodella di caffelatte”. I succhi di mela e di frutta così come i te sono bene in vista sul bancone in grossi termos accanto al vassoio dei muffins.

La gentilezza di chi ci ha servito spiegandoci per bene tutte le prelibatezze, il servizio di “cestino per il pranzo” take away, il fasciatoio per cambiare i bimbi in bagno, l’asciugamani ad aria calda per non sprecare carta o acqua per il lavaggio in lavatrice della biancheria…tante piccole grandi attenzioni che mi hanno convinto.

 

Leggero come un sospiro

Leggero come un sospiro

 

E’ un posto perfetto per fare colazione. La pulizia del locale è impeccabile e c’è anche una piccola libreria a disposizione dei clienti. Il giorno che ci sono stata, su ogni tavolino c’era una piantina aromatica graziosamente confezionata in carta da pane.

I prezzi sono molto onesti. Per esempio, l’uovo strapazzato e le fette di pane costano 1 euro e 50; il cappuccino di riso idem. I muffins piccoli costano un euro, la scodella di latte 1 euro e 50 e con un euro in più può essere “personalizzata” con l’aggiunta di cereali o frutta secca.

 

Locanda Leggera
via Giovanni Francesco Napione, 32, 10124 Torino

Servizio: molto buono
Ambiente: molto gradevole
Prezzo: cappuccino di riso e piccolo muffin vegano 3,50 euro