Rovani, Nescafé Frappé e la colazione a Ithaka

Rovani, Nescafé Frappé e la colazione a Ithaka

IlColazionista oggi vi porta a Ithaka, leggendaria patria di Ulisse, isola piccolissima delle Ioniche raggiungibile via traghetto da Kefalonia o Zante.
Incredibile la quiete e la tranquillità anche in periodi molto turistici di quest’isola, che ha saputo mantenere il suo aspetto brullo, per lo più roccioso, abitato forse più da capre (che scorrazzano indisturbate per le sue strade per lo più in salita) che da persone.

ITACA4Itaca è famosa soprattutto per essere la patria di Ulisse, pur non essendoci prove archeologiche a sostegno degli scritti di Omero, tuttavia l’isola si adegua completamente alla sua descrizione del luogo di nascita di Ulisse ed è bello pensare che Ulisse dopo aver combattuto nelle guerre Troiane subì un calvario di 10 anni per tornare ad Itaca e da sua moglie Penelope.

ITACA2Amata oggi per i suoi percorsi naturali, le acque limpide e una cucina che si colloca a metà tra quella italiana (veneziana), greca e turca, da cui proviene anche il dolce tipico: il Rovani, che si trova con ingredienti simili anche sulla costa albanese e montenegrina
E’ una sorta di budino di semolino (o riso) con miele e spezie da accompagnare accompagnate a un Nescafé Frappé skèto (amaro) che nella consistenza e nel sapore ricorda in qualche modo il migliaccio napoletano, ma molto più umido, speziato e dolce.

ITACA5Presto sul blog vi insegneremo a preparare in casa Nescafé Frappé come veri greci, per il momento lasciamo a chi si vuole cimentare la ricetta del Rovani, ma vi auguriamo di assaggiarlo presto sull’Isola.

ITACA1Mettere in una pentola 250 g di miele, 250 g di zucchero, 3 bicchieri d’acqua (ca. 750 ml) e ½ bicchiere di olio di girasole e mais e portare a bollitura; versare a pioggia 250 g di semolino (o farina di riso), sempre mescolando con una frusta e far cuocere fino a quando avrà una aspetto ambrato; versare poi in una teglia (leggermente oliata), decorare con mandorle intere o a pezzi e far cuocere a 180° per 30/40 minuti.

Nel frattempo preparare lo sciroppo facendo sciogliere 1 bicchiere d’acqua con due cucchiai di zucchero e due cucchiai di miele con mezza stecca di cannella e due chiodi di garofano e portare a bollitura. Versare sul rovani appena uscito dal forno (ancora caldo) e far raffreddare.

Servire tagliato a rombi.ITACA6ITACA3 

Giorgio Pugnetti Circa Giorgio Pugnetti

Abito in provincia ma non riesco a stare più di due giorni lontano da Torino dove mi travesto da Monsu Barachin per provare e fotografare nuove pause pranzo.

Adoro viaggiare ma ancora di più le guide di viaggio: vorrei andare almeno una volta all'anno in Giappone, Londra, Napoli, NYC e in Sicilia ma mi accontento anche solo una di queste mete.

Complice mia moglie, amo fare la spesa saccheggiando mercati, supermercati e negozietti; l'importante è arrivare a casa sempre con qualcosa (di alimentare e a km 0) appena acquistato.

Parla alla tua mente

*