Ricotta & limone: dalla Sardegna senza grassi aggiunti

Ricotta & limone: dalla Sardegna senza grassi aggiunti

Questa settimana la ricetta della colazione leggera arriva dalla Sardegna, dove “si registra una delle più alte concentrazioni di centenari al mondo” e dove da sempre si consumano alimenti (dell’orto e della pastorizia) da produzioni locali, garanzia di un elevato valore nutrizionale.

Ricotta_Lemon_Cake5_LoDefSi tratta di una torta particolarmente semplice negli ingredienti e nella preparazione: un profumo intenso di limone e una morbidezza che la ricotta permette di ottenere senza l’utilizzo di altri grassi aggiunti, come burro o olio.
Per avere un sapore più caratteristico e intenso, si consiglia l’utilizzo di ricotta di pecora (o di capra) per ottnere un dolce che richiama vagamente la più ghiotta ma anche calorica seada (o sebada).
Per renderla ancora più simile al dolce sardo, si può sostituire una parte dello zucchero con del miele (250 g di zucchero + 50g di miele).

A livello nutrizionale la ricotta ha una percentuale di grassi di gra lunga inferiore a quella del burro o dell’olio e il limone, oltre ad essere ricco di vitamina C come gli altri agrumi, ha un basso apporto calorico, ha proprietà antisettiche e battericide, ma anche diuretiche ed astringenti

Ottima per la prima colazione, possiamo trasformare la torta sarda in un dessert di fine pasto e da accompagnamento ad un té di metà pomeriggio, dividendola in due e farcendola con un velo di marmellata di limoni oppure di lemon curd di matrice anglosassone.

Ricotta_Lemon_orizz_LoDefingredienti
limone biologico 1
farina 00 300g
zucchero semolato 300g
ricotta vaccina o di pecora 300g
uova 3
lievito chimico 15g

preparazione
Sbattere le uova con lo zucchero e unirvi successivamente la ricotta; amalgamare bene, unire la scorza e il succo del limone e infine la farina setacciata insieme al lievito chimico. Versare il composto in una teglia di diametro 20 oppure stampo da plum-cake (capacita 1l) ben imburrati e infarinati e far cuocere a 180° per 40/50 min.
Servire eventualmente spolverata di zucchero a velo.

Kcal per 100g: 223
Kcal per fetta: 156

Giorgio Pugnetti Circa Giorgio Pugnetti

Abito in provincia ma non riesco a stare più di due giorni lontano da Torino dove mi travesto da Monsu Barachin per provare e fotografare nuove pause pranzo.

Adoro viaggiare ma ancora di più le guide di viaggio: vorrei andare almeno una volta all'anno in Giappone, Londra, Napoli, NYC e in Sicilia ma mi accontento anche solo una di queste mete.

Complice mia moglie, amo fare la spesa saccheggiando mercati, supermercati e negozietti; l'importante è arrivare a casa sempre con qualcosa (di alimentare e a km 0) appena acquistato.

Parla alla tua mente

*