La terza puntata di Bake Off Italia 2 e la temibile ricetta della Rainbow Cake

La terza puntata di Bake Off Italia 2 e la temibile ricetta della Rainbow Cake

prova creativa strudel

La terza puntata di Bake Off Italia è iniziata con un classico della pasticceria altoatesina, lo strudel e con un quarto giudice, Renzo Zanolini, niente poco di meno che il Presidente dell’Associazione pasticceri dell’Alto Adige, se possibile ancor più caustico e severo degli altri due!

La prova creativa ci ha regalato strudel originali, con le pere, con i frutti di bosco e addirittura con il mango.

Per quanto ci siano stati errori di varia natura, magari nella consistenza e cottura dell’impasto o nella poca fantasia di alcuni concorrenti che forse hanno temuto troppo il rischio, nulla di paragonabile allo scenario disastroso della prova successiva, quella tecnica.
E se uno strudel malriuscito elimina dalla competizione la studentessa Annamaria, con la seconda prova i giudici hanno dovuto appellarsi a quel briciolo di umanità e ironia che probabilmente ancora esiste in loro per non mandare a casa la metà dei poveri aspiranti pasticceri!

colori rainbow cake

Rainbow cake: vi dice qualcosa? Sicuramente ne abbiamo viste di tutti i colori, questo sì! Questa torta incredibile non poteva che arrivare dagli Stati Uniti. Pare sia stata inventata da una foodblogger americana. Uno strato per ogni colore dell‘arcobaleno: quindi tutto un equilibrio di consistenze, grammi di colorante da non sgarrare, tempi di cottura da rispettare al secondo e precisione nell’assemblaggio del dolce. Strati su strati e poi copertura di panna. I problemi sono stati soprattutto “strutturali”.

Impasti cedevoli, collassi e rischi di crolli ci hanno fatto sudare ed esclamare “No! Nooo!!” fino all’ultimo secondo.

giudici al lavoro

Le espressioni dei giudici di fronte alla consueta infilata di piatti? Meglio non parlarne…Questa volta l’aspetto davvero non ispirava l’assaggio e forse Ernst Knam non aveva mai visto nulla di simile. “Devo assaggiare senza guardare” continuava a ripetere!

Il classico parametro del “meno peggio”ha così salvato tutti, eccetto il povero Stefano. Vincitrice la torta arcobaleno di Antonio. Il sapore pare fosse ottimo e la forma…era quella di una torta!

Certo, ora la curiosità di provare a realizzarla a casa è tanta. Metti un lunedì mattina di inizio autunno, grigio e frescolino: voglia di andare a scuola e al lavoro pari a zero…Arrivi in cucina e per colazione ti trovi una “porzione di arcobaleno“!

E poi il pan di spagna quanto si inzuppa bene nel caffelatte?

Qui di seguito dunque la ricetta della “Rainbow Cake” di Ernst Knam: coraggio! A venerdì prossimo per la quarta puntata!

INGREDIENTI PER 8 PERSONE

330 g burro
500 g zucchero semolato
80 g destrosio/glucosio
400 g farina
100 g farina di riso
40 g lievito in polvere
3 g sale
1 stecca vaniglia
540 ml latte
225 g albumi
200 g zucchero a velo
Coloranti alimentari qb

Per lo sciroppo

500 g zucchero 250 ml acqua 

Per le bagne
500 ml di sciroppo di zucchero – da suddividere in:
5 g zafferano in polvere
50 ml succo di lamponi
50 ml succo di arancia
50 g pasta di pistacchio
50 ml succo di mirtilli
50 ml succo di cassis

Per la farcitura
375 g panna fresca 35%
250 g mascarpone
125 g yogurt
100 g zucchero a velo
1 scorza limone

Per la decorazione
Farcitura qb
Granella di pistacchi qb

PROCEDIMENTO
Montare il burro con il destrosio o glucosio e lo zucchero semolato. Unire al composto, un po’ alla volta, le farine con il lievito e il sale, il latte e la polpa della vaniglia. Montare a neve gli albumi con lo zucchero a velo e incorporarli al composto. Mescolare delicatamente fino ad ottenere un impasto omogeneo. Dividere l’impasto ottenuto in 6 contenitori e colorare ciascun impasto con un colorante diverso. Disporre 6 anelli di metallo da 16/18 cm sulle placche rivestite con la carta forno (porre su ciascuna placca due anelli), quindi imburrarli. Versare gli impasti nei sei anelli. Infornare due placche
contemporaneamente e cuocere a 165° per circa 35 minuti. Intanto che gli impasti cuociono, conservare in frigorifero quelli restanti. Una volta pronti gli impasti infornati precedentemente, farli raffreddare e cuocere quelli tenuti da parte.

Per lo sciroppo
Portare a bollore in un pentolino l’acqua e lo zucchero.

Per le bagne
Stemperare i gusti con lo sciroppo.

Per la farcitura
Montare la panna. Grattugiare la scorza di limone. Mescolare la panna con il mascarpone, lo yogurt, lo zucchero a velo e la scorza di limone, fino ad ottenere una crema vellutata.

Per la composizione della torta
Bagnare i sei pan di spagna con le bagne colorate, quindi farcirli con la crema, alternando gli strati di diverso colore. Ricoprire la torta con il resto della crema usata per pa farcitura e decorare la base con la granella di pistacchi.

 

Ricetta e foto tratte dal sito bakeoffitalia.realtimetv.it

Sara Circa Sara

Sara vive a Torino. Da più di 10 anni si occupa di cultura e organizzazione di eventi nella sua galleria "Evvivanoé", nata per promuovere l'arte contemporanea sul territorio. E' convinta che la creatività sia la risorsa più preziosa e che sfornare biscotti sia il rimedio per ogni male.
Adora fare colazione e soprattutto, fotografarla.

Parla alla tua mente

*