Sweet, homemade granola: una ricetta per farla in casa

Sweet, homemade granola: una ricetta per farla in casa

La granola fatta in casa, fragrante, croccante e profumata non ha nulla a che vedere con quella che riempie gli scaffali dei supermercati. Non sono nemmeno parenti. Certo, il nostro palato, abituato al sapore “dolce” e all’equazione zuccherato = buono, percepirà un gusto più intenso e più rustico. Ma vi ritroverete a scoprire piacevolmente gli ingredienti uno a uno in una goduriosa armonia.

La cosa bella è che partendo dalla ricetta base potete davvero arricchirla a festa, prepararla in modo semplice, più goloso o più leggero a seconda delle vostre esigenze.

 

granola ricetta

 

Fino a poco tempo, a dire il vero, confondevo muesli e granola con il termine ancora più generico di “cereali”. Poi, leggendo di qui e di là per la rete e consultando libri di ricette anglosassoni, mi sono documentata per bene e ho scoperto che non è così difficile come credevo: è divertente preparare un grosso barattolo di vetro di granola da mettere in cucina, per colazione o per merenda. Che poi, tra l’altro, è anche bello da vedere!

 

Granola ricetta

 

La prima volta che la mangiai, circa una decina di anni fa, mi trovavo in Irlanda, in un bellissimo bed and breakfast. La padrona di casa aveva preparto una squisita granola e prima di partire mi aveva lasciato la ricetta. Al rientro in Italia, abituata ad altri tipi di colazione, me ne scordai. Ora invece la granola trionfa nella mia cucina in versioni sempre nuove e mi diverto a inventare accostamenti e miscele.

Per prima cosa occorrono i fiocchi d’avena o se preferite, quelli d’orzo. Pesatene circa 350 grammi.
A questo punto scegliete una frutta secca: noci, nocciole, mandorle, per esempio… In totale devono essere circa 250 grammi.
Ora la frutta disidrata. Qui ci vuole fantasia: uvette, cranberries, fichi, albicocche, prugne, datteri…Insomma, pesatene circa 100 grammi (o se vi piace anche di più) e mettetela da parte.
Poi il miele, circa 100 grammi (per i vegani si può sostituire con lo sciroppo d’acero o di agave). Il miele si fa sciogliere lentamente con circa 50 ml di olio di semi (o di cocco), 100 grammi di acqua e un cucchiaio di zucchero di canna. Una volta ottenuto uno “sciroppo” lasciatelo raffreddare leggermente.
I fiocchi a questo punto vanno mescolati con la frutta secca ridotta in pezzetti e poi con il miele sciolto insieme all’olio. Fatelo con cucchiaio di metallo: si formaranno gruppetti e agglomerati qua e là.
Ora spargete il composto su una teglia rivestita di carta da forno (se possibile in un solo strato) e fatelo tostare in forno a 160°C per circa 40 minuti. Ogni 15 minuti dovrete avere la pazienza, armati di guantone da forno, di tirare fuori la teglia e scuoterla leggermente  o rimestare il tutto con il cucchiaio in modo che la granola non si attacchi.

 

granola ricetta

 

Quando è bella abbronzata e asciutta e  la casa viene letteralmente invasa da un meraviglioso profumo, tirate fuori dal forno teglia e granola e lasciate che raffreddi. Aggiungete a questo punto la frutta disidrata e mescolate. Mettere in un barattolo di vetro chiuso ermeticamente e consumatela ogni giorno con latte freddo o caldo, yogurt o così com’è.

 

INGREDIENTI

fiocchi d’avena o d’orzo 350 grammi

frutta secca 250 grammi

frutta disidratata (mix di uvetta, albicocche, cocco, mirtilli, fragole…) 100 grammi

miele (o sciroppo d’agave o di acero) 100 ml

acqua 100 ml

olio di semi 50ml

zucchero di canna un cucchiaio

 

Gli abbinamenti da me provati fin’ora: nocciole + semi di girasole + uvetta; mele disidratate + noci + cannella; mandorle + albicocche disidratate.

Buona colazione!

 

granola ricetta

 

Sara Circa Sara

Sara vive a Torino. Da più di 10 anni si occupa di cultura e organizzazione di eventi nella sua galleria "Evvivanoé", nata per promuovere l'arte contemporanea sul territorio. E' convinta che la creatività sia la risorsa più preziosa e che sfornare biscotti sia il rimedio per ogni male.
Adora fare colazione e soprattutto, fotografarla.

Commenti

  1. Flo dice:

    Bello questo blog, golosa questa ricetta.
    Anche io sono una di quelle che “what’s granola? ” eppure la mia colazione è tutt’altro che veloce 🙂
    Ho un pacco di fiocchi d’avena da usare, l’uvetta di pantelleria, le bacche di goji, frutta secca sicula…direi che la faccio si .
    buona colazione e buona domenica

  2. ti ho rubato la ricetta della granola (http://coffeeechocolate.blogspot.it/2014/12/granola-veg.html)! ottima ricetta se non fosse una droga 😛 volevo fare una colazione salutare e pensavo che di questa ne avrei mangiata meno che di biscotti….invece, croccante, dolce fantastica! grazie mille condivisione 🙂

  3. Eleonora dice:

    Fantastica ricetta, la proverò in settimana!!!! Grazie 🙂

    • Federica Federica dice:

      Facci sapere!!

      • Melissa dice:

        Ma l’olio e lo zucchero devo metterli x forza? ️️Nn posso usare solo il miele x renderlo piu “leggero”?

        • Ciao Melissa,
          Lo zucchero non è tra gli ingredienti elencati sopra: c’è miele oppure sciroppo d’acero che sarebbe la versione vegana. L’olio aiuta a legare tutti gli ingredienti, non me la sentirei di ometterlo 🙂 Se provo dicci come sarà il risultato 🙂

          • Io l’olio non lo metto proprio, come non metto l’acqua, solo miele/sciroppo d’acero, frutta secca, avena, farro soffiato, noci/nocciole/pinoli/sesamo/lino/ecc.. É veramente ricca, ma non ha bisogno ne di olio ne di acqua, prova e t accorgerai che sono tranquillamente omettibili! Baci e complimenti

          • dan dice:

            ma se non metti olio e zucchero metti più miele?

  4. Buongiorno, golosa questa ricetta….ma si potrebbe fare senza i fiocchi d’avena sostituendoli con altra frutta secca?

    Grazie e buona giornata

    • Ciao Rosy!!grazie!!
      In realtà tutte le preparazioni di granola prevedono una base di “fiocchi” ! Se non ti ispirano quelli di avena potresti sostituirli con quelli d’orzo o di grano saraceno!

  5. Complimenti !!!!! Vorrei provare al più presto questa ricetta, posso sostituire l’olio di semi con l’olio di riso ? Grazie e Buona Pasqua!!

  6. Ti scrivo mentre la granola é in forno…. io ho usato avena, sciroppo d’acero, noci, noci brasiliane e mandorle…
    E come frutta poi aggiungerò ananas e mango 🙂
    Ti farò sapere come viene!!

  7. Daniela dice:

    Ciao, adoro la granola ma ahimè sono diventata allergica alla frutta secca…come posso sistituirla senza squilibrare la ricetta?grazie e complimenti

    • Carissima Daniela,
      puoi assolutamente sostituire la frutta secca con i semi e la frutta disidratata. Per esempio, prima della cottura, puoi mescolare ai fiocchi di avena i semi di zucca, i semi di girasole, i semi di lino e di sesamo…Insomma tutti i semi oleosi che ti piacciono. Poi, dopo la cottura aggiungere frutta essiccata a cubetti, come albicocche, fichi, datteri, mirtilli, cocco, mele….insomma, quello che preferisci. Sarà ottima anche così! 🙂

  8. francesca dice:

    Ciao.
    Vorrei provare la ricetta. Posso sostituire i fiocchi d’avena con quelli di kahmut soffiato?
    grazie e complimenti.

    • Ciao Francesca! Dunque, se intendi i fiocchi di avena che devono tostare in forno, non puoi sostituirli con quelli di Kamut soffiato perché si brucerebbero essendo soffiati. Se vuoi puoi usare i fiocchi di kamut “crudi” se li trovi. Quelli soffiati li puoi aggiungere dopo, una volta che tutta la parte tostata (i cereali crudi, la frutta secca e i semi) hanno fatto il passaggio in forno. Spero di essermi spiegata bene 🙂 Ciao e grazie!!!

  9. Emily dice:

    Wow sembra buonissima! Ha un aspetto fantastico! Ma quanto tempo può stare chiusa nel barattolo?

  10. Valentina dice:

    Ciao, è la prima volta che faccio la granola, e tra le tante ricette no preferito la tua! Ora è in forno, no messo fiocchi d’avena, riso soffiato, mandorle a lamelle e cioccolato fondente. Ho un dubbio solo sul cioccolato, io lo tritato e l’ho messo insieme alla base secca e poi ho aggiunto lo sciroppo, girando si è sciolto e ha colorato tutto… ho fatto bene?

  11. maida dice:

    Granola infornata, dopo aggiungo bacche di goji e uvetta sultanina. Ho usato olio di cocco bio e mandorle, non ne avevo abbastanza quindi sarà un po’ povera di frutta secca, quindi ho aggiunto della farina di mandorle, dici che va bene lo stesso? l’avevo in casa.

  12. FERRUCCIO RAINIERI dice:

    Buongiorno,
    La dose giornaliera consigliata.
    Grazie
    Ferruccio Rainieri

  13. Roberta dice:

    Ciao, ti scrivo mentre la granola è in forno. Peccato che ho letto troppo tardi di aggiungere l’orzo soffiato dopo la cottura in forno perché brucia… Speriamo bene. Comunque io non ho aggiunto frutta disidratata per farla più leggerà quindi ho usato solo frutta secca varia. Ho messo poco meno di miele o poco più d’acqua. Il forno è ventilato ma la temperatura più bassa (140º). La cannella va eventualmente aggiunta dopo la cottura? Va bene anche in polvere?
    Grazie
    Roberta

Parla alla tua mente

*