Ciambelline profumate al limone: la colazione del lunedì

Ciambelline profumate al limone: la colazione del lunedì

C’è qualcosa di inspiegabilmente attraente nella ciambella, non trovate?

Esiste da sempre. In ogni luogo del Mondo, anche il più recondito, questo impasto dalla forma sinuosa e paffuta, con un buco nel mezzo gode di una vera e propria passione da parte di molti.

ciambelle

E’ semplicemente simpatica e che si tratti di “ruote”, “ciambelloni”, “anelli” o “donuts” si trova ovunque.

Personalmente adoro gli stampi e le teglie per ciambelle perché sfornarle regala una certa soddisfazione. Sono belle già così, la pasta leggera e soffice, il colore appena dorato: ma una pioggia di lieve zucchero a velo o un bel tuffo nella glassa possono renderle preziose come veri gioielli. Una colata di cioccolato fuso poianche se distratta, le rende goduriose e irresistibili.

La versione che ho preparato qui è per una colazione dai toni pastello che forse potrebbe rendere il lunedì meno faticoso…

glassa rosa

CIAMBELLINE SOFFICI AL PROFUMO DI LIMONE

70 gr di farina 0

40 gr di fecola di patate

75 gr di zucchero semolato

1 cucchiaio di sciroppo d’agave (o miele)

2 uova grandi

50 gr di olio di oliva

30 gr di acqua

1 cucchiaino di lievito per dolci

la scorza di mezzo limone

PROCEDIMENTO

Accendere il forno a 175 gr e imburrare per bene una teglia per ciambelline.

La mia è una teglia Guardini per 12 piccole ciambelle e ne ho sfornate tre.

Sbattere con le fruste elettriche le uova, lo zucchero e lo sciroppo d’agave fino a ottenere un impasto gonfio e chiaro. Aggiungere a filo l’olio e poi l’acqua. In un’altra ciotola setacciare le farine con il lievito e la scorza del limone. Sempre impastando far cadere a pioggia le farine e incorporarle piano piano, senza fare grumi.

ciambelle teglia

Aiutandosi con un cucchiaio (o con la sac à poche) disporre l’impasto nelle formine e infornare per circa 15 minuti se sono piccole, per 20/25 se più grandi.

Osservate le ciambelle durante la cottura: gonfieranno e si doreranno leggermente: a quel punto è tempo di estrarle dal forno.

Zucchero a velo, cocco grattugiato, crema pasticciera, cioccolato fuso, glassa…Scegliete voi come guarnirle. Sono ottime anche così, al naturale!

Qui ho semplicemente mescolato qualche goccia di succo di fragola e di limone con dello zucchero a velo ed è nata una glassa di un rosa confetto.

ciambelline

 

 

 

 

Sara Circa Sara

Sara vive a Cherasco, una piccola città medievale alle porte delle Langhe. Da quasi 10 anni si occupa di cultura e organizzazione di eventi nella sua galleria "Evvivanoé", nata per promuovere l'arte contemporanea sul territorio. E' convinta che la creatività sia la risorsa più preziosa e che sfornare biscotti sia il rimedio per ogni male.
Adora fare colazione e soprattutto, fotografarla.

Commenti

  1. Lucia dice:

    Ciao,dove si trova la teglia che ai usato?

  2. Ciao Lucia! E’ una teglia Guardini! Qui ti metto il link, appartiene alla linea “Tea Time”
    http://www.guardini.com/index.php?option=com_zoo&task=category&category_id=455&Itemid=319&lang=it

  3. Lucia dice:

    Grazie,vado a vedere

Parla alla tua mente

*