Lemon curd

Lemon curd

Lemon curd, ovvero crema al limone, ma con quel nome inglese che ti fa sentire regina ( ma anche re ) ad ogni cucchiaino. Ho provato a farla alcuni anni fa, la ricetta è della mia food blogger del cuore, Comida de mama.

A scapito degli ingredienti non leggerissimi la considero un dolce estivo, forse perchè può essere consumato freddo. Il lemon curd è un po’ la quintessenza dell’inglesità ( si dice inglesità in televisione? ), questa crema la troverete sempre abbinata agli scoones. Ciò accade solo perchè gli inglesi non conoscono – forse – i pavesini.

lemon curd

I limoni sono da un po’ la mia nuova fissazione, complice mia suocera che me ne procura super biologici a chili. Per la preparazione del lemon curd non ne servono molti giusto 3, tutti gli altri li impiego per farne lemon confit, ma questa è un’altra storia.

Lemon curd, gli ingredienti

3 limoni bio ( la buccia deve essere commestibile – occhio alle etichette )

115 g di burro ( il mio è senza lattosio )

200 g di zucchero

4 uova

Bisogna grattugiare la buccia dei limoni ed estrarne il succo. Buccia, succo, burro e zucchero vengono posti insieme a bagnomaria ed amalgamati, bisogna aver cura di filtrare il succo di limone o essere certi che all’interno non ci siano più semi o “pellicine” proseguendo nella lavorazione saranno irrecuperabili. Le uova, tuorlo e albume, vanno leggermente battute come si dovesse fare una frittata e incorporate – lontano dal fuoco – al primo composto.

A questo punto vi serviranno frusta e santa pazienza.

lemon curd

Il mix creato con tutti gli ingredienti va posto a bagnomaria e mescolato in continuazione fino a che non si rapprende. Comida sostiene che il fuoco non debba essere basso, io mi fido, ma ho sempre il terrore che bruci tutto, quindi tengo la fiamma bassa e dunque: pazienza. Appena si addensa è pronto. Raffreddato va messo in frigo. Se lo si mette bollente nei vasetti si conserva qualche mese, ma di solito nel mio frigo sopravvive agli assalti per una settimana, mai di più.

Come servirlo? Se siete british con scoones e panna, ma io preferisco pavesini e frutta fresca, è ottimo per creare dessert porzionati nel bicchiere. L’ho fatta un po più ricca con un biscotto al cioccolato sul fondo.

lemon curd

Serviti nel barattolo Bormioli in vetro diventano subito country chic e potete trasportarli in tutta sicurezza chiusi con il loro coperchio a casa di amici e guarnirli in loco.

lemon curd

La morte sua? Nel cuore della notte estiva, quando in casa tutti dormono, voi, il lemon curd, un cucchiaino e la notte.

Circa Cristina

Agronomo intollerante al latte, moglie caffeinomane, madre impastatrice compulsiva, knitter all'ora del tè.

Parla alla tua mente

*