Focaccia della Befana o Galette de Rois per la colazione dell’Epifania?

Focaccia della Befana o Galette de Rois per la colazione dell’Epifania?

Che problema dover scegliere tra la focaccia della Befana o la galette de Rois per la colazione di questo ultimo giorno di festa!

Abbiamo davanti una sfida tra due dolci classici di questa giornata: uno italiano e uno francese.

La focaccia della Befana è un dolce lievitato con all’interno la classica fava benaugurante, chi la trova si sa, ha fortuna tutto l’anno.Tipico del nord ovest italiano, è un pane dolce, senza ripieno se non la famosa fava porta bene.

Galette-des-Rois_jpg

Mentre nella galette de Rois, una torta di pasta sfoglia ripiena di burro o frangipane, non c’è la fava, bensì la statuina di uno dei re Magi (in plastica,ma comunque dura alla digestione) chi la trova è il re o la regina della giornata.

Per un po’ di sana cultura, riporto grazie a Taccuini storici la storia delle origini della Befana:

Di probabili origini pagane, il personaggio della Befana era una strega benevola che abitava sui monti in mezzo al bosco, vicino alle carbonaie. Detta anche la moglie dell’orco portava in una calza ai bambini cattivi carbone o legno, e a quelli buoni doni alimentari quali agrumi, frutta secca o biscottini di panpepato (funzione propiziatoria).
L’antica ritualità della celebrazione dell’Epifania, sul piano alimentare e gastronomico deriva dai culti agrari, con pietanze a base di legumi e maiale. E’ ancora seguita in alcune zone d’Italia e in molti paese europei, la tradizione della torta dei Magi. Si tratta di una focaccia o di una torta, contenente monete, fave secche, o altri piccoli pegni. I commensali che trovavano il contrassegno nella propria fetta, divenivano i re della festa, incarnando il re dei saturnali Romani, i re Magi della tradizione Cristiana, o il buffonesco Re della Fava delle confraternite goliardiche medioevali.
Passata la notte, tutti festeggiavano con i Befanini, rustici dolcetti raffiguranti animaletti o fiori.

Untitled design (5)

 

La colazione ideale per questo (ahia) ultimo giorno di festa è quindi all’insegna della ricerca della statuina del re Magio o della fava fortunata.

Poi potete anche mangiare i biscotti appesi all’albero, oggi si smonta tutto e i biscotti..vorremo mica sprecarli?

Vale tagliare e mangiare più di una fetta, la ricerca, si sa, è una cosa seria!

 

Federica Circa Federica

Federica Gemma, ha un gatto bianco, un marito genovese e vive a Novara. Ha scritto per diversi blog e collabora con il portale Ehabitat. Ama mangiare, scoprire posti nuovi e creare dolci. Tra le sue passioni i programmi tv sul cibo, le cotture in forno, la Finlandia e gli avanzi del giorno dopo.

Parla alla tua mente

*