Fast & Furious Orange Jam ovvero la marmellata di arance nel microonde

Fast & Furious Orange Jam ovvero la marmellata di arance nel microonde

Nel post di oggi concentro due delle mie più grandi passioni (arance e marmellata a colazione) con una preparazione rapida e ad alta soddisfazione, sfatando il mito delle marmellate come preparazioni lunghe e impegnative.

ORANGE_JAM_1
In poco più di mezz’ora avrete un’ottima marmellata di arance che – visti i tempi ristretti di cottura – conserva tutto il profumo e il sapore delle arance.
La ricetta viene da Julie Andrieu, una food blogger francese, molto presente sulla TV nazionale transalpina, che avevo iniziato a seguire su Gambero Rosso Channel rapito dalle sue semplici preparazioni ma con un alto rapporto sforzo-risultato.

Il periodo migliore per preparare la ‘fast & furious orange jam‘ è proprio questo: sono ancori ottimi i navel, ma si trovano già i tarocchi: più aspri e succosi; scegliete quelli che preferite facendo attenzione a sceglierli non trattati (si usa tutto: anche la buccia) e che la buccia non sia troppo sottile: è proprio l’albedo (la parte bianca della buccia) a favorire la gelificazione della marmellata.

ingredienti
arance non trattate (meglio se BIO) 800 g
albicocche disidratate 200 g
limone non trattato 1
zucchero per confetture 800 g
acqua 200 ml
(facoltativo: acqua di fiori d’arancio: 2 cucchiai)

preparazione
Lavare bene le arance e il limone e tagliarli a pezzi grandi per eliminare i semi all’interno; metterli nel robot da cucina con le albicocche e ridurre a pezzi piccoli (non frullare completamente). Mettere il composto in un ampio contenitore, aggiungere l’acqua, coprire con la pellicola trasparente bucata e far cuocere nel microonde per 12 minuti a 800 W.
Togliere dal microonde e far riposare per cinque minuti. Aggiungere lo zucchero (ed eventualmente l’acqua di fiori d’arancio), mischiare bene e coprire nuovamente con la pellicola trasparente bucata; far cuocere nel microonde per 12 minuti a 800 W e togliere la pellicola a metà cottura.
Versare bollente nei barattoli sterilizzati, chiudere e capovolgerli per 10 minuti. Coinservare in un luogo fresco e buio e consumare dopo almeno 15 giorni.

Potete decidere di personalizzare la ricetta unendo al composto dopo la seconda cottura spezie (ottime con l’arancia la cannella e il coriandolo), mandorle a lamelle oppure sostituire una parte di acqua con 200 ml di rhum o cointreau.

Giorgio Pugnetti Circa Giorgio Pugnetti

Abito in provincia ma non riesco a stare più di due giorni lontano da Torino dove mi travesto da Monsu Barachin per provare e fotografare nuove pause pranzo.

Adoro viaggiare ma ancora di più le guide di viaggio: vorrei andare almeno una volta all'anno in Giappone, Londra, Napoli, NYC e in Sicilia ma mi accontento anche solo una di queste mete.

Complice mia moglie, amo fare la spesa saccheggiando mercati, supermercati e negozietti; l'importante è arrivare a casa sempre con qualcosa (di alimentare e a km 0) appena acquistato.

Parla alla tua mente

*