Il cappuccino di soia, ancora una rarità

Il cappuccino di soia, ancora una rarità

Se siete intolleranti al lattosio e vi è capitato di ordinare un cappuccino di soia sapete di cosa parlo: sopracciglio alzato.

Provare per credere, a meno che non sia annunciato da cartelli, il cappuccino con latte diverso da quello vaccino non è contemplato. Alla richiesta della strana bevanda potreste essere incasellati nella categoria clienti strani che ordinano cose viste in tv o ricevere un’occhiata che vi dice credi di essere a new york ??  Quindi il posto dove è più semplice trovare un cappuccino di soia è il posto nostrano che più assomiglia all’America, un centro commerciale.

Il luogo non è ricco di fascino, è un grande bar di un centro commerciale di provincia, affollato nelle ore di punta da carrelli pieni, più tranquillo il resto della giornata. L’offerta è variegata biscotti, croissant, muffin, dolcetti di ogni sorta, l’immancabile focaccia ligure e giusto a fianco la focacceria-pizzeria che propone focacce farcite con ogni ben di Dio e pizze, ci sono anche frullati, centrifugati e smoothie, ma torniamo al nostro cappuccino.

bottega del caffè

Il cappuccino viene servito in una tazza di vetro, credo per distinguerlo sul bancone dai cugini classici fatti con il latte comune, la schiuma è morbida e abbondante, il profumo dolce è invitante. La soia non ha evidentemente lo stesso profumo del latte, che è molto tipico e riconoscibile da tutti, la soia ha un sentore generico di dolce, ma piacevolissimo. Il sapore è ottimo, per nulla amaro o “strano”. Spesso il cappuccino di soia è imbevibile per via del retrogusto amaro che alcune marche di latte di soia hanno, posso assicurarvelo ci sono prodotti in commercio che una volta riscaldati sono pessimi, da freddi nessun problema, ma dopo la cottura regalano alle papille gustative un’inteso sapore amaro e terroso. Diciamolo, il cappuccino è un regalo che ci si fa, una coccola, se invece di una morbida carezza riceviamo un cazzotto in pieno mento beh la poesia è tutta persa. Ma qui è perfetto.

Il servizio al tavolo non esiste, troppo complicato con così tanti clienti, ma le bariste sono cortesi e velocissime. I tavolini sono al centro del piano inferiore dell’ipermercato, l’illuminazione naturale grazie al tetto trasparente smorza un po’ i toni commerciali del luogo, certo non è un luogo intimo e appartato, ma noi cercavamo l’America giusto? 😀

 

Caffè :  La Bottega del Caffè  c/o Centro commerciale Il gabbiano – corso Ricci 203/r, 17100 Savona

Servizio:  Buono

Ambiente:  Gradevole

Prezzo:  1,40€, per il solo cappuccino di soia

 

 

Circa Cristina

Agronomo intollerante al latte, moglie caffeinomane, madre impastatrice compulsiva, knitter all'ora del tè.

Parla alla tua mente

*