A Copenaghen il caffè (espresso) è una cosa seria

Se anche voi pensavate che il caffè nordico fosse qualcosa di molto simile a una bevanda scura annacquata con poco sapore, dovete ricredervi.

ESPRESSO_COPENHAGEN1bis
Sia perché il caffè lungo scandinavo, tipo americano, servito nella maggior parte dei locali nella capitale danese parte da una materia prima buona: quasi tutti i caffè assaggiati erano intensi e aromatici.
Sia perché negli ultimi anni si è diffusa in città la tendenza al consumo dell’espresso e in molti locali il caffè di partenza (origine, tostatura, macinatura) e la preparazione sono oggetto di un’attenta e scrupolosa cura.

Capofila in questa nouvelle vague dell’espresso danese è sicuramente Coffee Collective dal 2007 con tre laboratori/caffetterie oggi in città.
Il primo aperto a Copenhagen è in Jægersborggade, via di locali e boutiques di tendenza al limitare del quartiere di Nørrebro.
Il secondo più ampio e incasinato nel mercato alimentare coperto di Torvehallerne nella zona centrale di Nørreport e l’ultimo aperto in Godthåbsvej, in un vecchio edificio industriale a Federiksberg rimesso a nuovo e aperto nel 2012.

ESPRESSO_COPENHAGEN_2bis
L’ideale che segue Coffee Collective è quello di esplorare e spiegare le esperienze di caffè di alto livello a partire da piccoli coltivatori di caffè sparsi in tutto il mondo (Kenya, Colombia, Guatemala, Panama), assicurando loro migliori condizioni di vita, passando per chi si occupa della torrefazione (roast) e infine i baristi, preparati e addestrati in modo rigoroso.
Nel caffè di Jægersborggade il barista pesava addirittura la dose di caffè in polvere per ogni caffè espresso!

Nell’ottica quindi del commercio equo e solidale, considerando soprattutto il fatto che il caffè viene coltivato lontano dalla Danimarca Coffee Collective ha elaborato un modello di gestione con il nome Trade Direct®.
In nome della trasparenza assoluta, una serie distinta di criteri per il loro commercio con i produttori, basandosi sul concetto che la migliore è la qualità si ottiene, si è in grado di pagare il prezzo migliore, e così avrà la migliore qualità per l’anno successivo e così via.

ESPRESSO_COPENHAGEN_3
Sappiate che anche la versione gelato, assaggiata presso Torvehallerne era molto buono con un’interessante spolverata di caffè sopra e il cappuccino realizzato a regola d’arte.
Non fermandoci all’espresso, è possibile assaggiare anche pregiati caffè con sistema a filtro Kalita molto vicini all’idea del caffè nordico.

Altre due segnalazioni personali in tema espresso di qualità a Copenhagen: la Nordhavn Coffee Roasters  e il caffè espresso con proprio blend e torrefazione di Granola.
ESPRESSO_COPENHAGEN_4
Nordhavn Coffee Roasters (NCR) è una realtà molto simile a Coffee Collective ma più piccola e giovane (2015), io ho assaggiato un ottimo espresso presso il Copenhagen Street Food a Papiroen.
Granola (poteva un colazionista non venire a provare un locale con questo nome ;)) è uno dei locali più interessanti per le colazioni a Vesterbro; colazioni, brunch, pranzi e cene e inaspettatamente anche un espresso preparato ad arte: intenso e delicato.

ESPRESSO_COPENHAGEN_5
I local ci hanno raccomandato anche Riesteriet, Forloren Espresso e Kontra Coffee.
Li conoscete? Li avete già provati?
I danesi davvero non scherzano con l’espresso e al Colazionista toccherà ritornarci presto.

 

 

 

Giorgio Pugnetti Circa Giorgio Pugnetti

Abito in provincia ma non riesco a stare più di due giorni lontano da Torino dove mi travesto da Monsu Barachin per provare e fotografare nuove pause pranzo.

Adoro viaggiare ma ancora di più le guide di viaggio: vorrei andare almeno una volta all'anno in Giappone, Londra, Napoli, NYC e in Sicilia ma mi accontento anche solo una di queste mete.

Complice mia moglie, amo fare la spesa saccheggiando mercati, supermercati e negozietti; l'importante è arrivare a casa sempre con qualcosa (di alimentare e a km 0) appena acquistato.

Parla alla tua mente

*