Colazioni nel cuore vittoriano di Londra

Colazioni nel cuore vittoriano di Londra

Dopo avervi raccontato le colazioni dei quartieri emergenti o dei suoi immensi parchi lussureggianti, IlColazionista per il #quarantesimo di Monsu Barachin ritorna nel nucleo vittoriano di Londra: nomi di quartieri come Belgravia, Mayfair, Fitzrovia che evocano un vivido passato, forse il più glorioso e ricco della storia britannica.

VICTORIAN_LONDON_1bis
Il primo locale che vi consigliamo è un inno alle colazione della mamma o della nonna e le ricette di molti piatti, in particolare le torte e le confetture, sono di Muriel, ovvero la nonna di Charlotte e Sam, creatori e titolari dei tre locali Muriel’s Kitchen attualmente in città tra Kensington e Soho.

VICTORIAN_LONDON_2
Grande cura e selezione delle materie prime (frutta, verdure e uova biologiche) e un interno che ricorda effettivamente una casa vittoriana della nonna, accogliente senza essere risultare stucchevole: blueberries pancakes ottimi, porridge espresso con banana e miele, full english breakfast da manuale, qualche rivisitazione con avocado e uova in camicia.

VICTORIAN_LONDON_3
Per il secondo locale ci spostiamo nel cuore di Fitzrovia: un nome bellissimo Lantana’s, fiore australiano come del resto la titolare, nonché creatrice dei piatti, dei dolci e delle insalate, disponibili anche per l’asporto, secondo la comunissima consuetudine londinese.

VICTORIAN_LONDON_6
Piatti contemporanei per il brunch (e pranzo) come bagel con salmone, mascarpone al wasabi, uova in camicia, cipolla rossa e ravanelli, Spicy pork burger, Anatra al caramello piccante con insalata di noodle di riso e dolci della tradizione inglese quanto mai rassicuranti: in primis il loro classico crackers cake, sorta di muffin con frutta fresca e secca all’interno e frosting di cream cheese, chocolate cherry bar, lemon polenta cake. Discreto caffè espresso (macchina italiana e blend monorigine anche in vendita), smoothie e tutta la cucina del mondo mixata con leggerezza e creatività.

VICTORIAN_LONDON_7
L’ultima tappa – Fitzrovia verso Mayfair e Soho – è un indirizzo che vi consigliamo per il caffe (espresso e all’americana con vari blend in giro per il mondo) e una (possibile) take away breakfast a base di torte, biscotti, insalate, sandwich; a noi è piaciuto per l’atmosfera tra hipster e grunge, con legno grezzo nelle sedute e nei tavoli e un’iconica bicicletta grigia come insegna, la possibilità di starvi delle ore con il vostro laptop.

VICTORIAN_LONDON_5
Noi abbiamo preso un ottimo caffe americano (blend Rwanda-Karambi, anche in vendita in busta) accompagnato da un sandwich con avocado, peperoni verdi, cetriolo, mascarpone e salsa verde e da una mini sponge cake con fragole e champagne.

VICTORIAN_LONDON_4
Ultimo tip per colazioni rustiche e genuine, soprattutto take away, Gail’s bakery con tantissime sedi a Londra, anche in zona con una a South Kensington e una a Bloomsbury: un ottimo pane, e panini farciti, a lievitazione naturale (i nostri preferiti con aglio caramellato, con ciliegie selvatiche, patate e rosmarino), Cinnamon bun, Croissant & pain au chocolat, Sausage roll, Raspberry financier, Maple & pecan drop scone, Carrot cake.
Se dovete scegliere un’autentica English bakery, venite qui.

VICTORIAN_LONDON_8

Giorgio Pugnetti Circa Giorgio Pugnetti

Abito in provincia ma non riesco a stare più di due giorni lontano da Torino dove mi travesto da Monsu Barachin per provare e fotografare nuove pause pranzo.

Adoro viaggiare ma ancora di più le guide di viaggio: vorrei andare almeno una volta all'anno in Giappone, Londra, Napoli, NYC e in Sicilia ma mi accontento anche solo una di queste mete.

Complice mia moglie, amo fare la spesa saccheggiando mercati, supermercati e negozietti; l'importante è arrivare a casa sempre con qualcosa (di alimentare e a km 0) appena acquistato.

Parla alla tua mente

*