La Torta dei Cantoni con le ciliegie (dal Manuale di Nonna Papera) e la #colazionedeipapà

La Torta dei Cantoni con le ciliegie (dal Manuale di Nonna Papera) e la #colazionedeipapà

Ritorna per l’appuntamento di maggio la #colazionedeipapà, sempre a partire dalle ricette del Manuale di Nonna Papera, ripresa ufficialmente il mese scorso.
Per questo periodo di quasi estate ho scelto una torta semplicissima, leggera e con frutta di stagione, ovvero le ciliegie che piacciono praticamente a tutti.

L’unica noia della ricetta, ma come del resto tutte le preparazioni a base di ciliegie, è snocciolare le ciliegie con conseguente tintura globale di mani, tavolo, vestiti; se li sopportate, usate i guanti monouso oppure mettetevi all’aperto: non dovrete preoccuparti di sporcare tutto ciò che avete vicino.

TORTA_CANTONI_COLAZIONE_PAPA_1 Semplificando molto, la Torta dei Cantoni (chissà poi perché una torta alle ciliegie viene associata alla Confederazione Svizzera?) ricorda molto un pan di spagna essendo molto ricca di uova, ma resa più leggera dal pane ammollato nel latte e dal liquore di ciliegie.

Rispetto alla preparazione del manuale, io ho suddiviso le ciliegie tra metà e sopra l’impasto, a differenza della ricetta originaria, dove tutte le ciliegie erano inserite sopra metà impasto, “in modo da avere una specie di grosso panino imbottito” e ho aggiunto del cioccolato in scaglie che con le ciliegie ci sta sempre bene.

TORTA_CANTONI_COLAZIONE_PAPA_2Se amate l’accostamento ciliegie e cioccolato, potete aggiungere all’impasto un cucchiaio di cacao amaro: io la proverò presto questa versione cioccolatosa.

Che cosa occorre:
gr 300 di ciliegie snocciolate; gr 150 di zucchero; gr 15 di burro; 4 uova; 4 cucchiai di pane grattugiato; un bicchiere di latte; un bicchierino di kirsch o maraschino; un cucchiaio di farina; una noce di burro; scorza di limone grattugiata; + gr 50 di cioccolato in scaglie.

Come si procede:
sbattete il burro con lo zucchero finché diventa una specie di schiuma, poi aggiungete i tuorli, il pane grattato ammorbidito nel latte e il kirsch. Sempre mescolando, aggiungete la farina, la raschiatura del limone, le scaglie di cioccolato e gli albumi montati a neve. Imburrate una tortiera e metteteci metà dell’impasto, ricopritelo con metà delle ciliegie snocciolate e ricoprite con il resto della pasta, spargendo le restanti sull’impasto.
Cuocete a forno caldo (180°) per quaranta minuti.

Giorgio Pugnetti Circa Giorgio Pugnetti

Abito in provincia ma non riesco a stare più di due giorni lontano da Torino dove mi travesto da Monsu Barachin per provare e fotografare nuove pause pranzo.

Adoro viaggiare ma ancora di più le guide di viaggio: vorrei andare almeno una volta all'anno in Giappone, Londra, Napoli, NYC e in Sicilia ma mi accontento anche solo una di queste mete.

Complice mia moglie, amo fare la spesa saccheggiando mercati, supermercati e negozietti; l'importante è arrivare a casa sempre con qualcosa (di alimentare e a km 0) appena acquistato.

Parla alla tua mente

*