Colazione letteraria a Bruxelles ~ Cook&Book

Colazione letteraria a Bruxelles ~ Cook&Book

Qualche settimana fa ho inaugurato un club di lettura tutto mio, qui a Bruxelles. “Impronte di caffè“, si chiama. Perché adoro le impronte lasciate da una tazza di caffè sulle pagine dei libri. Comunque. Di fatto, è un’ottima scusa per trovare sempre dei libri nuovi da leggere, per vedere le amiche davanti ad un caffè, per conoscere persone nuove e, perché no, per provare nuove idee per colazione. Lo scopo del gioco è scegliere un libro, leggerlo e parlarne tutti insieme, possibilmente davanti ad un cappuccino, possibilmente in un posto diverso ogni volta, da bravi colazionisti in giro per il mondo.

dirimpa_cookandbook_2

Il primo incontro di “Impronte di caffè” è stato con un libro di Abraham B. Yehoshua, in una delle librerie più alla moda di Bruxelles: Cook&Book.

Cook&Book è una di quelle librerie che riescono ad essere affascinanti pur non avendo fascino.

E’ una libreria moderna, colorata e internazionale. La sezione inglese, per dire, con i suoi tappeti e le comode poltrone rosse, con tutti i nuovi arrivi, i classici, e una serie infinita di altre curiosità che non ho avuto il tempo nemmeno di fotografare, è semplicemente imperdibile. Ci sono ben due ristoranti che si rincorrono tra brunch, colazioni e piatti unici dall’aspetto invitante e il nome straniero. I tavoli del buffet alternati alle librerie, le sedie con i tavolini sempre pieni.

Insomma, a voler ben vedere è l’esatto opposto di quell’ideale di libreria che per me rimarrà sempre “Il negozio dietro l’angolo” di Kathleen Kelly. Niente polvere, niente luce giallognola che filtra da piccole finestre mai aperte, niente libri accatastati agli angoli delle stanze, niente libraio amante dei libri che ti lancia un’occhiata e ha già capito tutto.

Eppure.

dirimpa_cookandbook_5

Eppure Cook&Book è come una calamita. Perfetta per un po’ di shopping domenicale (cosa alquanto rara da queste parti), ottima se si hanno dei bambini da far scorazzare nell’area giochi lì davanti, se c’è un po’ di sole. E, ovviamente, tappa obbligata per un club letterario con la passione per le colazioni.

dirimpa_cookandbook_3

La colazione, a dirla tutta, non è particolarmente originale: fosse solo per quello, ci sarebbe da andare a “Le Pain Quotidien”, un classico della vita brussellese (prima o poi ve ne parlo, prometto) che, tra le altre cose, rifornisce Cook&Book di marmellate e pane fresco.

Ma c’è questa storia dei libri, che dove ti giri giri te li ritrovi sotto (o sopra) il naso.

dirimpa_cookandbook_6

Cook&Book, Place du Temps Libre 1 (Bruxelles)

Servizio: un po’ frettoloso (anche perché c’è sempre moltissima gente), ma tutto sommato attento

Ambiente: ottima cornice di shopping letterario, ma un po’ rumoroso se si vuole gustare un caffè leggendo qualcosa

Prezzo: ci sono tre colazioni “tutto compreso” con prezzo variabile tra i 5 e i 9 euro, oltre ai brunch domenicali (il menu con i prezzi è disponibile online)

Circa Dirimpa

Giorgia, trenta e un po', piacentina di nascita, forlivese per passione. Sopra ogni cosa amo leggere. Appena sotto, scrivere. Sono vegetariana, ormai da un po'. Golosa, da sempre. Troppo pigra. E permalosa. Segretaria di professione, vivo a Bruxelles con un marito, un cane, un bimbo, e un blog. Non riesco a rassegnarmi all'idea di non avere il mio cornetto alla crema del buongiorno, e vago in perenne ricerca della colazione perfetta, collezionando chili di troppo e caffeina in eccesso. Mi trovi su dirimpa.wordpress.com

Commenti

  1. Antonia dice:

    Ciao, questa iniziativa mi piace un sacco, tanto più che abito a Bruxelles! Prevedete nuove date? Mi piacerebbe molto parteciparvi? Attendo notizie, grazie!!

Parla alla tua mente

*