Una colazione leggera e sostenibile a Torino a due passi dal Po

Una colazione leggera e sostenibile a Torino a due passi dal Po

 

 

Una colazione leggera e sostenibile a Torino, a due passi dal Po. Cosa significa? Pariamo dalla tazza  in cui sto per bere uno squisito cappuccino di riso: c’è scritto “leggero come un sospiro”. Ed è proprio ciò di cui avevo bisogno quella mattina, una frase che suonasse come un buongiorno.

Alla “Locanda Leggera” tutto è come una nuvola.

Lieve piacevole, a partire dai colori e dalla grafica: un bel blu cielo e un arancio caldo. Il locale è luminoso con una grande vetrata che da su via Napione a due passi dal Po.
Mi attrae subito il bancone: dietro il vetro tantissime bontà, tutte descritte minuziosamente su cartellini arancioni. Ci sono tanti tipi di brioches e croissants, biscotti e muffins, brownies e crostatine. Ma la cosa più bella, alzando lo sguardo è curiosare e perdersi tra i contenitori di vetro tutti uguali che contengono spezie, tisane, frutta secca…tutto sfuso.

 

Il bancone della Locanda Leggera

Il bancone della Locanda Leggera

 

La filosofia del locale è proprio questa: tutto è rigorosamente non confezionato, dal cibo alle bevande, dall’acqua in bottiglia presente su ogni tavolo nella deliziosa bottiglia di vetro. “Noi crediamo nell’acqua pubblica” – recita una scritta sul bel menù – e se ti va puoi averla microfiltrata, naturale o gassata.

Scegliere la colazione non è stato facile, è ricca e originale. Si può per esempio optare per un uovo strapazzato che viene servito con due fette di pane grigliato (al costo di due euro). Ma ci sono anche i pancakes, o il bicchierino di seirass (una ricotta di montagna che può essere abbinata al miele, per esempio).

La caffetteria contempla latti alternativi, ma offre anche la classica e confortevole “scodella di caffelatte”. I succhi di mela e di frutta così come i te sono bene in vista sul bancone in grossi termos accanto al vassoio dei muffins.

La gentilezza di chi ci ha servito spiegandoci per bene tutte le prelibatezze, il servizio di “cestino per il pranzo” take away, il fasciatoio per cambiare i bimbi in bagno, l’asciugamani ad aria calda per non sprecare carta o acqua per il lavaggio in lavatrice della biancheria…tante piccole grandi attenzioni che mi hanno convinto.

 

Leggero come un sospiro

Leggero come un sospiro

 

E’ un posto perfetto per fare colazione. La pulizia del locale è impeccabile e c’è anche una piccola libreria a disposizione dei clienti. Il giorno che ci sono stata, su ogni tavolino c’era una piantina aromatica graziosamente confezionata in carta da pane.

I prezzi sono molto onesti. Per esempio, l’uovo strapazzato e le fette di pane costano 1 euro e 50; il cappuccino di riso idem. I muffins piccoli costano un euro, la scodella di latte 1 euro e 50 e con un euro in più può essere “personalizzata” con l’aggiunta di cereali o frutta secca.

 

Locanda Leggera
via Giovanni Francesco Napione, 32, 10124 Torino

Servizio: molto buono
Ambiente: molto gradevole
Prezzo: cappuccino di riso e piccolo muffin vegano 3,50 euro

Sara Circa Sara

Sara vive a Torino. Da più di 10 anni si occupa di cultura e organizzazione di eventi nella sua galleria "Evvivanoé", nata per promuovere l'arte contemporanea sul territorio. E' convinta che la creatività sia la risorsa più preziosa e che sfornare biscotti sia il rimedio per ogni male.
Adora fare colazione e soprattutto, fotografarla.

Parla alla tua mente

*