Missione leggerezza: dal Sud Italia senza zuccheri aggiunti

Missione leggerezza: dal Sud Italia senza zuccheri aggiunti

Per la prima puntata della nuova avventura leggera di Monsu Barachin con Il Colazionista, ho scelto un cake che ha i profumi del Sud Italia e si caratterizza per l’assenza – supersalutare nel post-feste ma in ogni caso sempre – di zuccheri aggiunti e raffinati.

CAKE_INTEGRALE4_Low_Def

La carica zuccherina è data dalle mele e dalle albicocche disidratate che sono naturalmente dolci e da soli due cucchiaini di miele; i colori richiamano, oltre alle albicocche, il frutto re dell’inverno, l’arancia, ricca di vitamina C, che contribuisce a rafforzare il nostro sistema immunitario prevenendo le malattie da raffreddamento, e di bioflavonoidi, importanti assieme alla vitamina C per la ricostituzione del collagene del tessuto connettivo.

Le mandorle, oltre all’inconfondibile profumo e sapore, sono un ingrediente fondamentale dell’alimentazione quotidiana perché aiutano a combattere i radicali liberi e sono una fonte preziosa di calcio, fosforo, magnesio e vitamina E.
Le mele, che dovrebbero essere bio usandole con la buccia, oltre a vitamine, sali minerali e fibre, contengono una sostanza chiamata acido ferulico che agisce sulle nostre cellule come antiossidante.

La panna di soia e l’olio extra-vergine d’oliva, consentono infine di evitare i grassi saturi del burro e rendono il cake adatto anche agli intolleranti ai latticini; importante l’uso di farine integrali perché più ricche di fibre e sostanze nutritive rispetto a quelle raffinate.

CAKE_INTEGRALE1_orizz

ingredienti
farina integrale 200 g
panna di soia 170 g
farina di riso integrale 100 g
albicocche secche 100 g
mandorle 80 g
uova 2
miele 2 cucchiaini
mela biologica (tipo Annurca) 1
arancia biologica 1
lievito chimico per dolci 15 g
cioccolato fondente 50 g
olio extra-vergine d’oliva delicato 100 g

preparazione
Separare i tuorli dagli albumi e frullare i tuorli con metà delle albicocche secche, 50 g di mandorle, il miele, la panna di soia, l’olio, il succo e la scorza dell’arancia.
Taggliare a dadini l’altra metà delle albicocche e la mela senza sbucciarla e tritare le restanti mandorle (30g)
Miscelare le farine con il lievito e aggiungerle al composto liquido, unendo poi le abicocche e il cioccolato fodente a pezzi piccoli (o gocce).
Montare gli albumi a neve ben ferma e amalgamarli molto delicatamente al composto; unire infine la mela a dadini, tendendo da parte un po’.
Versare il composto in uno stampo da plum-cake (da 1,5 litri) ben imburrato e infarinato e cospargervi sopra i dadini di mela e la farina di mandorle.
Infornare a 175°/forno statico e cuocere per 40/50 minuti, facendo sempre la prova dello stecchino per verificarne la cottura.

Kcal per 100g: 252
Kcal per fetta: 151

Ricetta liberamente tratta da LA CUCINA ITALIANA – n° 1 del 2014 (Mangiare bene per stare meglio)

Giorgio Pugnetti Circa Giorgio Pugnetti

Abito in provincia ma non riesco a stare più di due giorni lontano da Torino dove mi travesto da Monsu Barachin per provare e fotografare nuove pause pranzo.

Adoro viaggiare ma ancora di più le guide di viaggio: vorrei andare almeno una volta all'anno in Giappone, Londra, Napoli, NYC e in Sicilia ma mi accontento anche solo una di queste mete.

Complice mia moglie, amo fare la spesa saccheggiando mercati, supermercati e negozietti; l'importante è arrivare a casa sempre con qualcosa (di alimentare e a km 0) appena acquistato.

Parla alla tua mente

*